Cos’è la Tecarterapia

La Tecarterapia è una tecnica del tutto innovativa, capace di stimolare energia all’interno dei tessuti, attivando naturali processi riparativi e antiinfiammatori, utilizzando uno strumento d’alta tecnologia, senza proiezioni di energia radiante dall’esterno.

Questo meccanismo agisce creando una forte stimolazione cellulare, riattivando la circolazione, incrementando la temperatura interna ed innescando precocemente i meccanismi fisiologici.La Tecar è prevalentemente utilizzata nella medicina sportiva ma trova importanti applicazioni anche nel campo della chirurgia estetica e medicina estetica.

Tecarterapia e Medicina Estetica

Cellulite

La sostanza fondamentale intercellulare rappresenta un distretto anatomo-funzionale di primaria importanza per gli scambi tra le cellule e la fittissima rete vascolare presente nel tessuto adiposo. La compressione provocata dal lipoedema e il rallentamento del flusso veno-linfatico nel microcircolo inibiscono progressivamente gli scambi tra cellule.

L’azione di Tecar libera l’interstizio dall’ingorgo edematoso, ripristinandone la regolare permeabilità tra cellule e capillari. Lo spazio interstiziale viene così recuperato alle sue specifiche funzioni. Poiché per il particolare meccanismo d’azione, la superficie cutanea non è attraversata da alcuna forma di proiezione diretta di energia, tempo di applicazione e frequenza dei trattamenti non sono perciò condizionati da alcun surriscaldamento della cute, ma possono rispondere esclusivamente ai criteri di un corretto protocollo di trattamento.

La duplice modalità, capacitiva e resistiva, di Tecar permette un’azione selettiva e complementare su tutte le componenti anatomiche coinvolte dalla degenerazione cellulitica e linfedematosa. Sono affrontate in modo specifico, ma parimenti efficace, sia le alterazioni del distretto vascolare e cellulare (modalità capacitiva più superficiale), sia quelle di tipo fibrotico (modalità resistiva più profonda) Il trattamento è indolore e piacevole: la sollecitazione che rimette in moto la biochimica del tessuto adiposo non richiede manipolazioni e pressioni dall’esterno, ma si sviluppa a carico della componente elettrolitica del tessuto, attraverso le correnti di spostamento indotte dal trasferimento energetico capacitivo e resistivo.

L’azione progredisce così dall’interno by-passando i recettori che veicolano la sensibilità dolorosa. Tecar riesce a conciliare le opposte esigenze di un’aggressione energica al problema cellulite senza risvegliare dolore. Ciò permette sedute intense e più frequenti che facilitano la radicale eliminazione dell’inestetismo in breve tempo. Poiché la cellulite (più propriamente PEFS – Pannicolopatia Edemato-Fibro-Sclerotica) nasce da un disordine infiammatorio profondo del microcircolo, Tecar inizia la sua azione proprio dalla riattivazione di questo delicato distretto vascolare.

Viso

La pelle invecchia perché, col tempo, i processi di rinnovamento rallentano e non riescono più a compensare gli effetti dei processi degenerativi. Intervenendo direttamente su quei processi biologici che sostengono i meccanismi di invecchiamento cutaneo si ritrova immediatamente luminosità, elasticità ed equilibrio permettendo alla pelle di rimanere giovane.

Tecar stimola i meccanismi antietà a tornare efficacemente attivi: invece di mascherare gli effetti, si concentra sulle cause e “allena” la pelle del viso; per questo motivo i risultati sono più rapidi, profondi e stabili nel tempo. Sfruttando i principi del trasferimento capacitivo, brevetto che ha valso all’apparecchiatura diversi riconoscimenti a livello mondiale, si ottiene un maggior apporto sanguigno e perciò una migliore ossigenazione delle cellule, che agisce positivamente su tutto il metabolismo endocellulare e conseguentemente stimola le potenzialità rigenerative delle cellule stesse. La circolazione linfatica della zona trattata è migliorata e ciò favorisce lo smaltimento dei cataboliti tossici, primi fra tutti i radicali liberi.

Il risultato è subito evidente: la pelle diventa più turgida e distesa, le rughe si attenuano e l’aspetto estetico complessivo appare visibilmente migliorato. La pelle è coinvolta nello spessore di tutti gli strati che la compongono. Ne consegue non solo un miglioramento estetico in superficie, ma una vera e propria spinta migliorativa globale grazie all’innescarsi o velocizzarsi di meccanismi biologici a carattere rigenerativo rallentati dall’invecchiamento. L’epidermide risulta più fresca, luminosa e giovanile perché istologicamente composta da un maggior numero di cellule ricche di acqua e caratterizzate da un metabolismo intracitoplasmatico riattivato. La frequenza delle sedute è in relazione alle condizioni del substrato biologico da trattare, ma si può indicare orientativamente in una o due sedute settimanali organizzate in cicli intensivi di quattro settimane che consentono di mantenere nel tempo gli effetti migliorativi.

L’indicazione del trattamento con Tecar è duplice: preventiva per allontanare nel tempo i processi di senescenza tessutale e perciò idonea alla donna (e all’uomo) ancora giovane che desidera conservare la sua pelle nelle condizioni ottimali di nutrizione, idratazione e ricambio; curativa per orientare verso una situazione di maggior equilibrio i processi del metabolismo cutaneo alterati dal passare degli anni e quindi adatta alla persona non più giovane che vuole migliorare il proprio aspetto e rendere la propria pelle più resistente alle aggressioni del tempo e dell’ambiente esterno.